Home Digital Come realizzare un Web Server con XAMPP

Come realizzare un Web Server con XAMPP

Se vuoi testare un sito web sul tuo computer prima di pubblicarlo, se vuoi una rete di dispositivi connessi che comunicano tramite protocollo http oppure se vuoi elaborare dati tramite database quello che ti serve è un web server.

Cos’è un web server?

Web Server sono software progettati per la gestione di richieste in una rete informatica tra client (per es. un utente che visita una pagina web) e i server (per es. “macchine” in cui vengono archiviate le informazioni).

Come fare?

A meno che tu non debba realizzare il nuovo server di Google o di Facebook, la procedura è molto semplice e i componenti necessari per la realizzazione di una rete sono minimi, un computer e un applicativo.

Come computer non hai necessità di nessuna super macchina, anzi il vecchio cassone abbandonato in cantina può andare bene, oppure puoi usare lo stesso computer con il quale stai lavorando, l’unico vincolo è che se vuoi realizzare una rete di dispositivi questi devono disporre di una scheda di rete e potersi collegare a un router per permettergli di entrare in contatto tra loro.

Come applicativo puoi scegliere uno tra i diversi disponibili online, i più noti sono:

Io preferisco APACHE, un software libero supportato e sviluppato da una grande community, lo uso da diversi anni su vari sistemi operativi senza aver mai avuto grossi problemi.

Per ottenere APACHE è possibile scaricare l’applicativo dal sito ufficiale oppure come preferisco io, ottenerlo attraverso il download della piattaforma XAMPP, che include altri tool come MariaDB per la gestione dei database e il parser PHP.

Installazione passo passo

Come prima cosa scarichiamo il software, andiamo sulla Home page di XAMPP e scegliamo la versione per il sistema operativo di cui disponiamo (Windows, Linux, OS X) poi scagliamo la versione, per l’avvio di nuovi progetti è sempre consigliabile l’utilizzo dell’ultima versione, ma qualunque sia la tua scelta la procedura non cambia.

Ottenuto il software lanciamo l’installer facendo doppio click sull’icona del file scaricato dal nome e seguimmo la procedura guidata d’installazione.

Dopo gli allert si apre la finestra di Setup:

  • Select Components, la lista dei componenti da installare, di default dovrebbero essere tutti selezionati e passiamo lasciare questa condizione, visto che questi componenti non creano grosse criticità al computer e in un secondo momento potrebbero essere necessari. Premere su NEXT
  • Installation Folder, scegliere la cartella di destinazione, di default viene proposta “C:\xampp”, salvo esigenze particolari consiglio l’utilizzo di questa destinazione. Premere su NEXT
  • Bitnami for XAMPP, disabilita la spunta Learn more about Bitnami for XAMPP, per non avviare il browser a una pagina della Bitnami che suggerisce software supplementare. Premere su NEXT
  • Ready to Install,confermare l’installazione premendo NEXT
  • Setup,attendere il caricamento della barra che indica lo stato di avanzamento dell’installazione
  • Completing the XAMPP Setup Wizzard,l’installazione è completata, verificare che la spunta sia attiva su “Do you want to start the Control Panel now?” per aprire l’applicazione e premere Finish.

Avviare il Web Server

Per avviare il Web Server è sufficiente lanciare l’applicativo, che aprirà un pannello di controllo come in figura

pannello di controllo XAMPP
pannello di controllo XAMPP

dal quale tramite il pulsante start corrispondente al modulo d’interesse possiamo avviare l’applicazione, in questo caso per i nostri scopi basterà avviare il modulo apache.

Premiamo start attendiamo pochi secondi per l’avvio del server (la scritta apache diventerà prima gialla e poi verde ad indicarne il funzionamento).

Da questo momento abbiamo attivo un web server Apache sul nostro computer, con il quale interagire-

Attivando il modulo MySQL è possibile fare anche iterazioni con il database e in questa pagina ti spiego come.

Primo test

Per verificare il corretto funzionamento del Web Server apriamo un browser, nel mio caso Google Chrome, digitiamo nella barra degli indirizzi, localhost e premiamo invio. Si viene indirizzati alla pagina di benvenuto di Apache. Questo avviene perché tramite il browser inviamo una richiesta al web server che la elabora e restituisce una pagina PHP tradotta dal server in linguaggio HTML per essere letta dal browser che la interpreterà per mostrarla in formato grafico.


Spero che questo articolo sia stato utile, se hai necessità di un chiarimento o vuoi condividere la tua opinione puoi utilizzare la pagina dedicata contattami.

Manuele Morandinhttps://www.manuelemorandin.net
Consulente SEO e tecnico informatico, aiuto imprenditori e professionisti a sviluppare on line la propria attività, attraverso il posizionamento sui motori di ricerca, campagne pubblicitari e gestione dei social network.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Consulenza SEO

Hai un progetto che non decolla, che non ottiene i risultati sperati? Oppure stai per partire con una nuova idea e vuoi che sia tutto a posto. Contattami per una Consulenza, per un’analisi rapida o per un Audit SEO approfondito del tuo sito, spesso il problema è più semplice di quel che si pensa. Richiedi: